Santa Maria di Leuca
Puglia,  Italia

Santa Maria di Leuca tacco d’Italia

Santa Maria di Leuca è un comune salentino della provincia di Lecce. La città si trova nella punta più a sud della regione, siamo nel tacco d’Italia!

La città fu abitata sin dall’età del bronzo. Vi trovarono anche reperti del paleolitico. Note e ben visibili sono le tracce del passaggio dei Greci e successivamente dei Romani. Probabilmente il primo insediamento fu di origine Messapico. 

C’è da riconoscere che Santa Maria di Leuca si trova in una posizione tanto strategica quanto esposta. Proprio per la sua posizione ricevette numerosi attacchi dai turchi.

Inoltre spesso viene menzionata come la città che divide i due mari, l’Adriatico e lo Ionio.
Questa convenzione è però del tutto errata. Le carte nautiche evidenziano la separazione dei due mari un po’ più a nord, all’incirca nei pressi di Castro. 

De finibus terrae

Santa Maria di Leuca è conosciuta anche come de finibus terrae, cioè “ai confini della terra”.

Questo appellativo gli fu assegnato dai Romani, per indicare il limite sud dell’espansione territoriale romana. Al di là di Leuca, in epoca romana, c’erano le colonie.

Il nome “Leuca” deriva dal greco. I Greci chiamavano questa zona leukos, ovvero bianco, perché lo vedevano illuminato dal sole. La dedica a Maria Vergine risale allo sbarco di San Pietro, che iniziò da qui la sua opera di evangelizzazione.

Il santuario di Santa Maria di Leuca

A seguito dello sbarco di Pietro, si costruì il primo santuario, sulle fondamenta di un vecchio tempio pagano. La Chiesa venne distrutta e ricostruita più volte. L’aspetto attuale risale agli inizi del Settecento.

L’interno ha una sola navata ed è a croce latina. Sull’altare vi è l’immagine della Vergine. Sull’unica navata, sono disposti sei altari. A destro dell’ingresso, si può notare un masso monolitico che testimonia la preesistenza del tempio di culto pagano

Nel piazzale della chiesa, una colonna con capitello corinzio simboleggia il passaggio di San Pietro.

Sempre sul piazzale, si può notare il faro di Santa Maria di Leuca. La torre bianca e a pianta ottagonale si trova a 102 metri sul livello del mare ed emette fasci di luce visibili fino a 50 chilometri di distanza. E’ possibile visitarlo e salire per 254 scalini sulla torre, che si trova a 47 metri dal suolo, e godere di un panorama mozzafiato. 

Dal piazzale del santuario di Santa Maria di Leuca ci si può affacciare sul porto. Noi abbiamo visitato questo belvedere durante le ore più calde ma, benché l’afa fosse difficile da sopportare, i riflessi dei raggi solari sull’acqua e le barche creano un’atmosfera magica.

La madonnina subacquea

In corrispondenza del santuario, in mare, a 15 metri di profondità si trova la statua di una madonnina, conosciuta come la “Madonna dei due mari”. La statua è alta tre metri e pesa circa quattro tonnellate. Ovviamente si può vedere solamente con un’escursione subacquea, per maggiori informazioni potete contattare la scuola Salento diving.

Potete abbinare la visita di Santa Maria di Leuca ad altre città salentine, noi consigliamo Otranto e Nardò, oppure potete dare un’occhiata al nostro itinerario in Salento di 7 giorni!

10 commenti

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Share Buttons and Icons powered by Ultimatelysocial