Israele,  Medio Oriente,  Mondo

Tel Aviv tra storia e vita notturna

Sei atterrato nello stato di Israele all’aeroporto Ben Gurion e vorresti passare un paio di giorni nella capitale israeliana del divertimento?
Niente paura! In questo articolo ti spieghiamo come conciliare il tutto e visitare Tel Aviv tra storia e vita notturna in poco più di due giorni!

Come raggiungere il centro dall’aeroporto

Il mezzo più economico e più veloce per raggiungere il centro di Tel Aviv è di sicuro il treno. La stazione del treno si trova all’uscita del terminal T3 e vi porta alla stazione centrale Ha’Hagana in 10 minuti. Non so dirvi il costo preciso ma sicuramente minore ai 22 shekel (=5,5€). Se purtroppo arrivate in un orario festivo, l’unica soluzione per raggiungere il centro è prendere un taxi. In 20 minuti siete a Tel Aviv ma il costo è sui 160 shekel (=40€). Nel periodo in cui sono andata io, a 4 shekel corrispondeva più o meno 1€.

Cosa vedere a Tel Aviv

Innanzitutto devi sapere che Tel Aviv è una città in stile europeo in tutto per tutto. Belle spiagge, vita notturna, storia e cultura. 
Io ho dedicato una mezza giornata alla visita della città vecchia, Jaffa o Old Jaffa

Sabato mattina ho approfittato del bel tempo per godermi una bella passeggiata di 40 minuti lungo mare che mi ha portato direttamente al vecchio porto della città, da lì sono risalita per le incantevoli stradine di pietra ed ho visitato tutta la città vecchia: la piazza Kedumim, la chiesa ortodossa di San Pietro, il parco Abrasha con una meravigliosa vista su tutta la costa.

Poi sono scesa, passando per Roslan Street, verso la Clock Tower e da lì mi sono addentrata nelle viuzze della città vecchia alla ricerca del famoso mercatino delle pulci di Flea Market e della nota profumeria Zielinski Rozen (creatori di essenze e profumi personalizzabili). Avevo letto su internet che pur essendo Shabbat sarebbero stati aperti entrambi con orario continuato 9-17. A mio malincuore ho trovato tutto chiuso. Lungo le vie del Flea Market ho trovato solo qualche negozietto aperto, mentre tutti i locali per bere e mangiare erano regolarmente aperti. Ho approfittato per mangiare una pita con falafel al volo in un posticino dove ho pagato 35 shekel (=8,75€) comprensivo di bevuta e patate fritte.

Cosa non perdere nella Old Jaffa

Una visita secondo me imprescindibile è il museo di Ilana Goor, famosa designer israeliana. Il museo, aperto al pubblico dalle 10 alle 17, è ospitato nella sua residenza dove, oltre a sue opere, si trovano opere di designers e artisti famosi. Inoltre dalle due terrazze della casa-museo si può vedere tutta Jaffa dall’alto, per un vero panorama mozzafiato. Costo della visita (biglietto studente) 25 shekel (6,25€).

Al ritorno verso la città nuova ho preferito le vie più interne rispetto al lungomare così da poter far sosta presso la vecchia stazione di treni, HaTachana: una zona molto carina con localini e negozietti tra vecchi binari ed edifici della stazione di epoca ottomana. 

Ho continuato poi verso la Sinagoga principale, che non è visitabile di sabato. Gli altri giorni è possibile entrarvi per un costo di 10 shekel (=2,50€) in orari non di celebrazioni. Io l’ho visitata domenica mattina intorno alle 11. 

Proseguendo più avanti sempre sulla Allenby Street troverai alla tua sinistra il Carmel Market (Maskit), mercato alimentare all’aperto, tutti i giorni dalle 8 alle 19 circa (in inverno l’orario di chiusura è anticipato verso le 17-18). Di sabato ovviamente chiuso.

Per la cena ho approfittato nel visitare il Sarona Market, aperto anche in Shabbat fino alle 23. L’edificio ospita degli stands al chiuso dove trovare di tutto e di più tra cibo, spezie e specialità locali. Ho mangiato in uno stand, prendendo un menù Burger per 65 shekel (=16,25€).

Tel Aviv tra storia e vita notturna

Per il dopo cena puoi dirigerti verso il Rothschild Boulevard dove trovai locali per bevute easy e per serate più strong, come discoteche per chi vuole divertirsi fino all’alba.

La mattina seguente, in cammino verso la stazione di Ha’Hagana per il trasferimento a Gerusalemme, ho attraversato il City Center facendo una sosta al Bauhaus Center, gratuito.

Raggiungere Gerusalemme da Tel Aviv

Per recarsi a Gerusalemme consiglio il treno dalla stazione centrale Ha’Hagana di Tel Aviv. Il costo è unico ed è di 22 shekel (=5,50€). Il treno ferma in aeroporto dove bisogna fare un cambio, tranquillo ci sono solo due binari, non dovrai fare corse ma semplicemente attraversare il marciapiede. In 45 minuti si arriva alla stazione centrale di Jerusalem-Navon

Il mio viaggio in Israele è durato cinque giorni, oltre a Tel Aviv sono riuscita a visitare Gerusalemme e a fare un’escursione alla fortezza di Masada e sul Mar Morto. Se parti ben preparato, con tutti i documenti apposto, riuscirai a goderti l’essenziale quasi in modalità low cost.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Social Share Buttons and Icons powered by Ultimatelysocial