Marche

Visitare Pioraco e il sentiero di Li Vurgacci

Che siate bambini o meno, il sentiero di Li Vurgacci vi piacerà senz’altro come anche il piccolo paesino di Pioraco, un borgo costruito sulla roccia da visitare e scoprire angolo dopo angolo. 

Pioraco: il paese dell’acqua, della carta e del bacio

Il sentiero di Li Vurgacci si sviluppa attorno alla cittadina di Pioraco, in provincia di Macerata. Partendo da Ancona abbiamo dovuto percorrere la Statale SS76 fino all’uscita di Pierosara per poi proseguire in direzione di Matelica. Pioraco è soprannominata la città dell’acqua, della carta e del bacio. Scopriamo insieme il perché.

Il suo legame con l’acqua è chiaramente associato al fiume Potenza e al sentiero di Li Vurgacci. In una giornata dedicata a visitare Pioraco vi consiglio di parcheggiare poco fuori dal centro storico e farvi una bella passeggiata lungofiume per raggiungerlo a piedi ammirando nel cammino le abitazioni costruite sulla roccia. 

Come iniziare meglio se non con un bacio? Lungo la passeggiata si trova proprio il Ponte del Bacio. Se siete in dolce compagnia e volete rispettare la tradizione, scambiatevi un bacio davanti al segnale “kiss me, please!” 

Poco prima del Monumento ai Caduti nei giardini pubblici c’è l’inizio del sentiero costituito da un centinaio di gradini in salita per raggiungere la grotta di San Vittorino, il patrono della città. Una volta tornati al punto di partenza si può visitare Pioraco ammirando il ponte romano, il chiostro del comune e le chiese cittadine presenti. Peccato che molte siano chiuse, come anche alcuni musei, per i tragici eventi sismici di cui tutti siamo a conoscenza. In particolare mi sarebbe piaciuto ammirare la chiesa della Madonna della Grotta, edificata sulla roccia con piccola grotta naturale al suo interno. Fortunatamente sono presenti diversi cantieri e speriamo si possa tornare presto alla normalità. 

Pioraco è soprannominato anche il paese della carta per via della cartiera presente, stabilimento della società Cartiere Miliani Fabriano.

Il sentiero di Li Vurgacci

Si può iniziare il percorso di Li Vurgacci partendo dallo stabilimento della cartiera o dall’altro lato nel centro storico vicino ad un’edicola votiva. Volendo si può percorre anche un tratto precedente partendo dalla chiesa della Madonna della Grotta e inerpicarsi lungo il versante fino al belvedere della Croce. Ci vogliono circa 10 minuti, tutti in salita, ma dalla croce si può ammirare tutto il panorama circostante ed avere una visione dall’alto di Pioraco.

Si può poi proseguire scendendo verso il paesino e Li Vurgacci. In questo tratto del sentiero sono presenti gradini molto alti ed è in parte accidentato. Si fa tranquillamente ma c’è da prestare attenzione ed avere le giuste calzature. Poco dopo aver attraversato il ponte si inizieranno a vedere le cascate e camminare lungo il fiume Potenza. Inizia una serie di passerelle e piccoli ponti in legno che vi permetteranno di ammirare il percorso che si è scavato il fiume nel corso dei millenni. 

Noterete dei mostri, eh si proprio delle spaventose maschere scolpite nella roccia! Si tratta della Fossa dei Mostri. Proprio questo angolo di Li Vurgacci, mi ha ricordato un mini Parco dei Mostri di Bomarzo

Il percorso di Li Vurgacci è  molto carino in particolare per i bambini, una nota dolente è però la sporcizia presente. Chissà forse perché l’abbiamo visitato in bassa stagione, ma ai lati del percorso principale abbiamo notato tanti, troppi rifiuti. Mi raccomando non lasciamo mai traccia del nostro passaggio! 

Il percorso è gratuito ed è adatto alle famiglie, vi sconsiglio fortemente il passeggino molto meglio percorrerlo con la portantina.

4 commenti

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Social Share Buttons and Icons powered by Ultimatelysocial