cosa mangiare in marocco
Africa,  Marocco,  Mondo

Cosa mangiare in Marocco: piatti tipici da non perdere

Se come me amate le spezie, la cucina marocchina vi conquisterà! Durante il nostro viaggio di 10 giorni in Marocco abbiamo avuto modo di provare diversi piatti tipici, ecco cosa vi consigliamo di mangiare.

Prima di iniziare a parlarvi di tutti i piatti tipici che abbiamo assaggiato, ricordatevi sempre che il Marocco è un paese islamico, non aspettatevi quindi di trovare piatti a base di maiale o bevande alcoliche. Li abbiamo visti solamente in alcuni ristoranti turistici di Marrakech e certamente non sono all’interno dei nostri consigli su cosa mangiare in Marocco. Quando si è in viaggio ci piace integrarci e conoscere la tradizione locale rispettandola il più possibile.

Tra le spezie e le erbe più utilizzati ci sono la cannella, il cumino, lo zenzero, la curcuma, il pepe nero, lo zafferano, l’anice, i semi di sesamo, il coriandolo, il prezzemolo e la menta. Nei mercati e nei souk rimarrete inebriati dai profumi e dai colori di tutte queste spezie ed erbe! 

Piatti tipici del Marocco: il tajine

Il Tajine è uno dei simboli del Marocco. Spesso vi capiterà di trovare nel menu una parte dedicata solo alla cottura con il tajine, il caratteristico piatto di cottura e portata in terracotta con il coperchio conico. I piatti di tajine possono essere a base di carne, pesce o cous cous. Tra i piatti di carne i miei preferiti sono stati quelli di stufato di manzo o agnello con le prugne, dove si mischiano i sapori di salato e dolce. Sempre a base di carne è molto buono il tajine di pollo, olive e limone e quello di kefta, le tipiche polpettine al sugo e uovo. Il pesce non è una pietanza tipica di tutto il Marocco, ma ad Essaouira abbiamo provato eccellenti tajine di pesce e calamari.

Ad accompagnare il tajine del pane, come el khobz ovvero una schiacciata di semola di grano duro con l’olio. In Marocco abbiamo provato diverse tipologie di pane, simili a quelle che in Italia chiamiamo “pane arabo” ma in generale molto più saporito e leggermente croccante.

…e il cous cous?

Il cous cous è uno dei piatti tipici del Marocco più caratteristici e conosciuti. Esiste in tanti varianti differenti da quello di verdure a quello di carne o pesce. Spesse viene cotto nel tajine ed è sempre accompagnato da verdure come zucchine, carote e patate. Immancabili le spezie e spesso la frutta secca come l’uvetta.

Cosa mangiare a colazione in Marocco

La colazione marocchina è sicuramente uno dei miei pasti preferiti! E’ abbondante e variegata. Di solito si compone di tè alla menta o caffè – neanche a dirlo vi consiglio il tè – accompagnato da un bicchiere di spremuta d’arancia. Da mangiare marmellata, burro e formaggio da spalmare su baghrir o m’semen. I primi sono dei pancake con tanti piccoli buchi, molto soffici e delicati, mentre i secondi sono come delle crepes sfogliate di forma quadrata, che possono essere dolci o salate. Spesso era presente anche frutta fresca e una frittata. Sicuramente si inizia la giornata con un bel carico di energie con una colazione così!

Infine un crema di mandorle, miele ed olio chiamata l’amlou che può essere accompagnata al pane.

Cosa mangiare in Marocco: la pastilla

Uno dei piatti che più mi ha sorpreso è stata la pastilla, una sorta di torta salata di pasta sfoglia ripiena di carne speziata con sopra una spolverata di zucchero a velo e cannella. Un piatto che a chi come me ama i gusti come l’agrodolce piacerà senz’altro questo connubio di sapori differenti dolci e salati

La pastilla è ormai tra i piatti tipici del Marocco, ma ha origini legate all’Andalusia e la Spagna islamica pur essendo da secoli nella cucina marocchina. Esiste anche la versione vegetariana, ma personalmente non mi è piaciuta particolarmente.  

In Marocco si trovano diversi piatti a base di agnello. Oltre alla versione di stufato del tajine c’é l’agnello allo spiedo, grigliato o arrostito chiamato mèchoui o katban.

Il “whisky berbero”

Tra cosa mangiare, o meglio bere, in Marocco non può mancare il “whisky berbero”. Sapete di cosa si tratta? E’ un simpatico soprannome del té alla menta, simbolo dell’ospitalità marocchina. Spesso all’arrivo in riad o alla fine di un pasto ci è stato offerto un buon tè alla menta. Come suggerisce il nome è un infuso caldo di té verde e foglie di menta. Spesso è servito già zuccherato. Ci è piaciuto così tanto che ogni mattina lo prendevamo a colazione, ma in realtà ogni occasione era buona per bersi un buon “whisky berbero”! 

22 commenti

  • Eliana

    La tajine di calamari che mi avete mostrato in fotografia è fenomenale! Mi ha fatto venire una fame non indifferente e ammetto che di pesce non l’avevo mai sentita. Non ho mai avuto il piacere di assaggiare la cucina marocchina ma sicuramente i suoi sapori intensi mi conquisteranno!

    • trottoleinviaggio@gmail.com

      La cucina marocchina è ideale per chi ama le spezie! I tajine a base di pesce li ho trovati sulla costa, buonissimi!

  • Bru

    Le spezie mi piacciono, vero che la carrellata dei piatti che avete proposto voi sono il meglio del paese, alcune immagini fanno proprio venire voglia di mettersi a tavola

  • marina

    Adoro la cucina marocchina! Durante il mio soggiorno a Marrakech ho avuto l’opportunità di partecipare a un ricevimento nuziale, per cui ho mangiato in maniera eccellente: tajine, couscous, pastilla e poi i dolci, l’amlou a colazione… ho adorato. E poi vabbè, che gli vuoi dire al té alla menta? Vivrei solo di quello!

    • trottoleinviaggio@gmail.com

      Sarà stata un sacco interessante partecipare ad un matrimonio in Marocco che differenze ci sono con uno italiano?

  • ANTONELLA

    Tutti piatti buonissimi! Non mi ricordo di aver assaggiato la pastilla ma lil tajine di agnello era delizioso soprattutto perché io non amo generalmente quel genere di carne. In Marocco ho bevuto il thé poù buono della mia vita, ho tentato di riprodurlo più volte a casa ma mai con lo stesso risultato

    • trottoleinviaggio@gmail.com

      In effetti ho riportato del tè alla menta e l’ho rifatto a casa e il risultato è venuto buono ma non eccellente come quello bevuto in Marocco

  • Paola

    Adoro provare la cucina etnica, soprattutto di questi posti, dove usano così tanto le spezie! Per la mia Celiachia, non posso mangiare il cous cous, ma magari i tajine si! Non vedo l’ora di scoprirlo!

  • Marina

    Mi hai fatto venire l’acquolina in bocca, visto che amo il cibo etnico e speziato. Spero di poter assaggiare presto alcune di queste squisitezze, visto che conosco solo il cous cous.

  • Teresa

    Il Marocco è uno dei posti dove ho mangiato meglio, tra tutti quelli che ho visitato. Per me, il cbo marocchino sarebbe già da solo un ottimo motivo per tornare in questa splendida terra!

  • Veronica

    La cucina marocchina dev’essere squisita, ho provato solo il tajine con carne di manzo ma sarei curiosa di provare anche quello dipesce, il tutto accompagnato dal “wisky berbero”, non avevo idea che lo chiamassero così!

  • Alessandra

    Non sono mai stata in Marocco, ma penso che se dalle mie parti ci fosse un ristorante marocchino proverei tanti dei piatti che hai descritto. Conosco il cous cous, ma mi ispirano questi piatti dal gusto agrodolce. Che fame!!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Social Share Buttons and Icons powered by Ultimatelysocial