come muoversi in egitto
Africa,  Egitto,  Mondo

Come muoversi in Egitto

L’Egitto è un Paese di dimensioni notevoli, se state pensando di scoprire l’Egitto dal Cairo ad Aswan uno dei primi nodi da sciogliere è proprio come muoversi in Egitto. Viste le distanze considerevoli, se possibile, l’ideale sarebbe atterrare in una città e ripartire da un’altra. Noi ad esempio abbiamo optato per volare con Wizz Air da Roma Fiumicino all’aeroporto Sphinx del Cairo e ritornare con la Neos Air da Marsa Alam a Roma Fiumicino. 

Mezzi di trasporto in Egitto

La prima cosa da sapere nel decidere il vostro itinerario in Egitto è che è possibile muoversi attraverso voli interni, treni ed autobus. Non tutte le zone sono collegate allo stesso modo. In alcune sarete obbligati ad optare per auto private con autista. Vi sconsiglio vivamente di noleggiare un’auto in quanto già è pericoloso attraversare a piedi alcune strade in quanto spesso non vi sono strisce pedonali e non vengono rispettati i semafori. 

Durante il nostro viaggio di 10 giorni in Egitto abbiamo visto di tutto: retromarcia in superstrada, guidare in corsia opposta, superare a destra come normalità… la guida “sportiva” marocchina a confronto era uno zucchero! 

Aerei

Se non avete tanto tempo a disposizione per il vostro viaggio in Egitto, la scelta del volo interno può essere un’ottima opzione. Vi sono diversi collegamenti giornalieri, soprattutto tra il Cairo e le principali città come Luxor ed Aswan. Il prezzo si aggira sui cento euro compreso di bagaglio di stiva di 23kg ed impiega tra un’ora e un’ora e mezzo a seconda della distanza. Operano varie compagnie tra cui quella di bandiera EgyptAir. Tenete conto che come sempre in Egitto ci sono prezzi differenti tra cittadini egiziani-arabi e stranieri e il prezzo dell’aereo è quasi lo stesso del treno Cairo-Aswan. Dall’aeroporto del Cairo i voli interni (domestic flight) partono dal terminal 3

Treni

La rete ferroviaria non copre tutto il Paese. Una delle tratte principali è quella Cairo-Luxor-Aswan. Il prezzo del biglietto per stranieri è di circa 80€ per 13/14 ore di viaggio fino ad Aswan. E’ possibile anche il treno notturno, operato da Abela Trains, ma abbiamo scelto di non prenderlo in quanto abbiamo letto opinioni discordanti in merito. Vi sono varie classi (1°, 2° e 3°), alcuni treni hanno solo una classe, la terza, ed è stato proprio la nostra nel tratto Aswan-Luxor. Devo ammettere che pensavo peggio! E’ presente anche il servizio di ristorazione con il carrello che passa tra i vari vagoni. Inoltre ad ogni stazione salgono venditori ambulanti di ogni sorta. Il prezzo del biglietto è stato di 16 dollari a tratta.

Ho letto che alcuni hotel forniscono sottobanco biglietti egiziani ai propri ospiti stranieri, ma personalmente non abbiamo chiesto per non trovarci in possibili problemi. Gli stranieri non possono ancora comprare i biglietti del treno sul sito ufficiale, ma direttamente in biglietteria dove è possibile acquistarlo con la carta. Comprerete un bellissimo biglietto scritto a mano direttamente dal bigliettaio! Lungo il tragitto ci hanno controllato più volte il biglietto. Il viaggio in treno è un’esperienza ed inoltre permette di ammirare dal finestrino alcuni angoli autentici e non turistici dell’Egitto.

Autobus

Gli autobus sono molto economici e collegano le varie città egiziane, ma non arrivano ad esempio a Marsa Alam né ad Aswan. Tra le compagnie migliori vi è la Go Bus, in particolare la classe Elite. I biglietti sono acquistabili anche online.

Crociera sul Nilo

Una classica modalità su come spostarsi in Egitto è senz’altro la crociera sul Nilo. Esistono varie possibilità tra cui quelle più lunghe (una settimana) che collegano il Cairo ad Aswan e quelle più brevi (tre o quattro giorni) tra Luxor-Aswan o viceversa. Noi alla fine abbiamo scelto di non farla sia per questioni economiche sia perché ci piace avere massima autonomia nelle visite e negli spostamenti. In alternativa per piccoli spostamenti o per navigare qualche ora sul Nilo potete scegliere di provare la feluca, tipica imbarcazione egiziana.

Taxi ed autisti privati

Per spostarsi all’interno della città non vi sono autobus, ma solo alcuni pulmini di cui non si comprendono bene tratte e fermate. Al Cairo è presente la metro. In generale conviene il taxi o un autista privato per qualche ora che vi accompagni per i luoghi di interesse. La stessa struttura dove alloggerete avrà un driver da consigliarvi. Nelle grandi città potrete usare anche Uber e Careem, ovvero la sua versione araba. Molto pratica perché si può pagare con la carta e adatta a chi, come me, odia contrattare sul prezzo. Per trasfert da città a città, come ad esempio da Luxor a Marsa Alam, abbiamo utilizzato Get your Guide, trovandola la più economica.

Speriamo vi sia stato utile questo nostro articolo su come muoversi in Egitto per aiutarvi ad organizzare il vostro viaggio in autonomia!

4 commenti

  • Arianna

    Io ho visitato l’Egitto proprio con la classica crociera su Nilo, un viaggio che ho adorato, vivi la storia che sempre hai studiato, davvero tanta bellezza e anche un bel contesto naturale lungo il Nilo

  • LA KRY

    Appena ho letto i tuoi commenti sula guida Egiziana ho subito girato l’articolo a mio marito, che ha risposto con un determinato “quando prenotiamo?”. Purtroppo lui ha questo grave difetto: si diverte come un bambino a districarsi nel traffico dei paesi noti per la guida “arrogante”. Ormai l’ho sposato… cosa ci posso fare! Scherzi a parte ho trovato davvero utile il tuo articolo, l’Egitto è una meta che sognamo da anni, speriamo di visitarlo al più presto.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Social Share Buttons and Icons powered by Ultimatelysocial