Marche

Gola dell’Infernaccio ed Eremo di San Leonardo

Per la scampagnata alla Gola dell’Infernaccio ti servirà: aria di montagna a volontà, un paio di scarpe da trekking, i Monti Sibiliini e un tratto del fiume Tenna. Arriverai alla chiesetta di San Leonardo che vigila sulle montagne sottostanti.  

La Gola dell’Infernaccio si trova nel comune di Montefortino, in provincia di Fermo. Per raggiungerle bisogna seguire le indicazioni per Montefortino e poi quelle apposite per la Gola. Ti porterà a salire per una strada montana, alla fine della quale troverai un parcheggio, adatto per chi ha molta voglia di camminare. Il mio consiglio è quello di proseguire più avanti, per la strada sterrata. Non ti demoralizzare se, in un giorno particolarmente affollato, vedrai molte macchine tornare indietro. Prosegui e parcheggia ai lati della strada o, se sei più fortunato, potrai trovare posto nello spiazzale proprio all’inizio del percorso.

Iniziando la camminata, a meno di un chilometro noterai le “Pisciarelle”, delle cascate che ricordano una doccia. Si, dovrai “bagnarti” per iniziare il percorso! 

Di fronte, scorgerai il corso del fiume Tenna. Se guarderai con attenzione, potrai vedere ghiaccio agli argini del corso d’acqua. In questo tratto la temperatura è più bassa del normale e durante la notte, anche in piena estate, l’acqua in questo tratto tende a gelare. Ecco spiegata la presenza del ghiaccio. 

Da qui prosegui per il sentiero in mezzo al bosco. Il percorso è per lo più ombreggiato e consiglio una felpa (anche in estate). La camminata è abbastanza semplice e adatta anche a famiglie. La salita, che porta a 1150 metri di altezza, ha una leggera pendenza praticabile anche da bambini.

Eremo di San Leonardo

Ad un tratto ti troverai davanti ad un bivio. Prendendo il sentiero sulla destra salirai fino all’Eremo di San Leonardo. Il sentiero sulla sinistra porta ad un laghetto, generatosi recentemente a seguito di una frana della montagna dovuta al terremoto. Il giorno in cui ci sono stata, purtroppo, il sentiero che porta al laghetto era chiuso e non praticabile, appunto per la pericolosità di possibili ulteriori frane.

Salendo sulla destra, si arriva all’Eremo di San Leonardo. Questo intimo luogo religioso fu ricostruito, sulle basi di un’antica chiesa, da Padre Pietro, un uomo che fece di questi luoghi la sua casa. L’eremo, a seguito del terremoto del 2016, ha subito diversi danni e ad oggi lo troverai con le impalcature. La chiesa è però accessibile e al suo interno e sotto il loggiato potrai conoscere la storia del “muratore di Dio”. 

L’Abbazia di Fiastra

Alla camminata della Gola dell’Infernaccio, che ti prenderà solo mezza giornata, potrai abbinare la visita all’Abbazia di Fiastra. Questo complesso monastico, diviso tra i comuni di Tolentino e Urbisaglia, si trova a circa un’ora da Montefortino. 

L’Abbazia è il più grande edificio monastico delle Marche. Ad oggi, una parte del complesso, ospita alcuni monaci dell’ordine cistercense, oltre a bar, ristoranti e ovviamente alla chiesa. 

Tutto intorno l’enorme plesso è circondato da uno stupendo parco, dove poter fare picnic e giochi all’aria aperta. Uno spazio adatto a tutte le età!

Se sei un appassionato della natura, ti consigliamo di visitare anche la Gola del Furlo, nella provincia di Pesaro-Urbino.

4 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Share Buttons and Icons powered by Ultimatelysocial