Nord America,  USA,  Mondo

Cosa vedere a Central Park: il “polmone verde” di New York

Central Park è l’area verde più vasta di tutta Manhattan. Occupa 341 ettari nell’Uptown e divide i quartieri dell’Upper East Side e dell’Upper West Side. All’interno vi si trovano monumenti, laghi, fontane, memoriali, palchi per gli show, piste di pattinaggio e persino uno zoo. Scegliere cosa vedere a Central Park è davvero difficile, ecco i luoghi all’interno del parco che abbiamo visitato noi durante il nostro viaggio a New York.  

Dalla palude al parco più emblematico della città

Central Park a primo impatto sembra piuttosto naturale. Devi sapere che prima di diventare il “polmone verde” di Manhattan, quest’area era ricoperta prettamente da una palude e da baracche. A metà Ottocento Frederick Law Olmsted e Calvert Vaux presentarono un progetto di bonifica all’allora sindaco, che seppur scettico approvò. Iniziarono così i lavori e nel 1856 inaugurarono il nuovo parco però solo nel 1873 i lavori di Central Park terminarono definitivamente.

Cosa vedere a Central Park: i monumenti e le statue

Scegliere cosa vedere a Central Park è davvero difficile. Esplorare tutte le zone del parco necessita di molto tempo e bisogna fare una scelta se si passano pochi giorni a Manhattan. Abbiamo scelto di passeggiare e scoprire circa tre quarti dell’area verde, visitando tutta l’area a sud del Jacqueline Kennedy Onassis Reservoir, il più grande bacino d’acqua all’interno del parco.

Tra cosa vedere a Central Park nella parte sud consigliamo la statua di Alice nel Paese delle Meraviglie, quella di Cristoforo Colombo e di fronte a lui William Shakespeare. Lungo il The Mall and Literary Walk si trovano le statue di scrittori e personaggi illustri, fino al Women’s Rights Pioneers Monument. Per gli amanti dei cartoni, non lontano si trova anche la statua di Balto

Tra i monumenti di quest’area di Central Park è imprescindibile una visita allo Strawberry Field, il memoriale dedicato a John Lennon. 

Laghi, ponti e campi da gioco

Passeggiando per Central Park, ci si imbatte in molti ponti e laghi artificiali. Sulle sponde dei laghetti ci sono dei chioschi e molto spesso vengono organizzati dei matrimoni. Durante la nostra visita ci siamo imbattuti in due celebrazioni. Deve essere davvero un’emozione sposarsi a Central Park!

All’interno del “polmone verde” di Manhattan non mancano campi da gioco di tutti i tipi: dal volleyball al basketball, dal football americano al rugby. Ci sono campi per tutti i gusti e aree dedicate anche agli amanti degli sport su ruote o aree gioco per i più piccoli.

Non è strano incontrare gruppi di persone che si allenano insieme, fanno yoga o portano a spasso i loro animali da compagnia.

A Central Park, soprattutto d’estate, vengono organizzati diversi eventi e show. Molto spesso a salire sul palco ci sono anche personaggi famosi, che a sorpresa decidono di partecipare agli show. Per sapere se durante la tua visita ci sarà qualche evento, puoi consultare il sito ufficiale sempre aggiornato.

Come girare all’interno di Central Park

Visitare Central Park richiede molto tempo, soprattutto se non si vogliono perdere tutti i monumenti! Il parco può essere visitato a piedi, si possono affittare bici, monopattini o decidere di farsi portare in carrozza. Per i più sportivi si può visitare di corsa. Attenzione ai sentieri! All’interno di Central Park ci sono i sentieri ben definiti e bisogna rispettarli rigorosamente! Le corsie sono divise tra chi va a piedi, chi di corsa, chi con mono o bicicli e chi con carrozze e risciò. 

Per rifocillarsi all’interno del parco non si trova un granchè, solo qualche chioschetto che vende bibite o gelati. Per mangiare panini, hot-dog o qualcosa di caldo bisogna avvicinarsi al perimetro e si avrà l’imbarazzo della scelta!

Camminando per Central Park si capisce perché i newyorkesi lo chiamino il “polmone verde”, sembra di staccare completamente dalla città e di trovarsi in un’altra dimensione, ma girandosi verso Midtown si avrà sempre il bellissimo scorcio dei grattacieli che spuntano tra il verde! 

2 commenti

  • Claudia

    Central Park è incredibile perché quando sei al suo interno ti dimentichi di essere a New York e se sei abbastanza lontano dai grattacieli da non vederli ne sentire i rumori la città, sembra di essere in mezzo alla natura e non in mezzo ad una più grandi città del mondo.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Social Share Buttons and Icons powered by Ultimatelysocial