Saponette home-made
Tips&Gifts,  Viaggiare sostenibile

Saponette home-made

Nei nostri viaggi ci piace essere green, iniziando dalle piccole cose, come il beauty da viaggio, preferendo i saponi solidi e perché no, delle saponette home-made!

Pochi ingredienti

Fare il sapone solido non è così difficile, mi sono cimentata nell’impresa per la prima volta due anni fa. Soprattutto sono rimasta colpita dai pochi ingredienti necessari, quasi tutti reperibili in casa o facilmente.

Per fare delle saponette home-made avrete bisogno di soli tre ingredienti: acqua, olio d’oliva, soda caustica in scaglie. Si, solo questi tre ingredienti.

Prima di spiegarvi la procedura è bene fare una precisazione riguardo l’uso della soda caustica. La soda è altamente corrosiva, vanno usate perciò giuste precauzioni per proteggersi. Noi consigliamo l’uso di guanti in lattice durante tutto il procedimento e anche una protezione per gli occhi, visiera o occhiali protettivi usati anche in edilizia. Durante la reazione che andremo a fare, si sprigionerà anche calore e un odore particolare. L’uso di una mascherina chirurgica ci aiuterà a proteggerci dai fumi della reazione. 

Strumentazione necessaria

Vista la quantità minima di ingredienti non avremo bisogno di molto, ma bisogna fare molta attenzione sui materiali che scegliamo. Per realizzare saponette home-made maneggeremo la soda caustica, opportunamente protetti. Tutti gli strumenti che useremo, soprattutto quelli a contatto con la soda, dovranno essere però in plastica o silicone. Assolutamente vietati gli oggetti metallici di qualsiasi lega. Il metallo infatti reagisce con la soda. Oltre ai contenitori per gli ingredienti avremo bisogno di un minipimer. Noi vi consigliamo di prenderne uno nuovo, che userete solo per questi lavori. Ricordiamoci che verrà a contatto con la soda e non è opportuno poi usarlo in cucina. Sul web ne trovate molti a meno di 20€

Vi abbiamo detto che gli ingredienti per le nostre saponette home-made sono solo tre. Ma è importantissimo il dosaggio, che va controllato con una bilancia di precisione. Una proporzione sbagliata degli ingredienti potrebbe rovinare tutto il processo.
Le giuste quantità sono: 1 kg di olio d’oliva (corrisponde circa ad una bottiglia da 1 L), 128 gr di soda caustica e 300 gr d’acqua (meglio se distillata).

Saponette home-made: procedura

Come prima cosa per realizzare le nostre saponette bisogna fare reagire la soda con l’acqua. Versiamo quindi 128 gr di soda in 300 gr d’acqua e iniziamo a mescolare fino a che la soda non sarà completamente sciolta. Durante questo passaggio la soda reagisce e raggiunge temperature anche superiori agli 80°. Abbiate cura nello scegliere dei recipienti in plastica resistenti alle alte temperature, potete per esempio optare per i contenitori da microonde

Una volta fatto raffreddare il composto, unirlo ad un kg di olio di oliva e mescolare. Ora iniziamo a frullare il tutto con il minipimer per circa 10-15 minuti. Il composto deve raggiungere una consistenza omogenea e densa, quello che in gergo tecnico viene detto “nastro”. 

Raggiunta la fase del nastro potete procedere a versare il liquido nei contenitori che userete per creare le saponette home-made.

Quando si potranno usare le saponette home-made

Passate tra le 24 e le 48 ore dalla preparazione, il sapone sarà solidificato. Passatelo a questo punto in vassoi dove farlo asciugare per 40 giorni. Si, le saponette home made hanno bisogno di una quarantina di giorni prima di essere pronte all’uso. Questo per evitare lo stato corrosivo della soda, che al passare 40 giorni avrà reagito completamente e non sarà più nociva per la pelle. 

Il sapone solido può essere fatto in qualsiasi periodo dell’anno. Consigliamo comunque di preferire le stagioni più calde. Il caldo aiuta il processo di solidificazione. Se realizzerete le saponette home-made durante l’inverno è bene lasciarle solidificare vicino fonti di calore o in ambienti riscaldati.

Come realizzare un regalo perfetto

Potete usare dei contenitori in tetrapack, ad esempio quelli del latte o dei succhi di frutta per dare forma alle vostre saponette. Potete sbizzarrirvi sulle dimensioni e sulle varie sezioni quadrate, tonde, rettangolari che si trovano nei supermercati. Se pensate di regalare le vostre saponette, consigliamo di investire pochi euro per comprare delle formine in silicone. Potrebbero essere degli originali regalini di Natale scegliendo le formine natalizie.

Potete cimentarvi in numerose varianti per le vostre saponette home-made. Potete aggiungere oli essenziali per profumarle, fiori (petali di rosa, lavanda, salvia, foglie di tè), spezie e coloranti per decorarle. Riguardo al tipo di olio, potete fare un mix di oli e usare, oltre a quello d’oliva, quello di cocco e di mandorle

Un’attività per bambini

Con le giuste protezioni, fare saponette home-made è un’ottima attività da condividere con i vostri bambini. E per ricordare loro l’uso dopo 40 giorni potete fargli realizzare dei “calendari del sapone”, così sapranno quando le loro saponette saranno pronte all’uso.

Se vi cimenterete in questa attività fai da te, fateci sapere come è andata. Vi lasciamo il link della ricetta e procedura che seguiamo noi, così avrete una guida in più per realizzare le vostre saponette home made!

8 commenti

  • anna

    Sai che voglio provarci? Mi sembra anche abbastanza facile. Mia suocera fa il sapone per i panni, ma non ho mai chiesto che ricetta ma so che usa l’olio d’oliva esausto.

  • Alessia

    Sfiziosa questa ricetta per fare il sapone solido, l’unico che praticamente uso per corpo e viso ormai da qualche anno per cercare di ridurre la plastica in casa. Prossimo step sarà provare lo shampoo solido, ma sto ancora valutando quale sia il tipo più adatto per me. Grazie per questa idea green!

  • Ilenia

    Ho sempre voluto fare le saponette in casa; mi piace creare intrugli: ogni tanto mi faccio oleoliti, burro di cacao, maschere per capelli, ma ho sempre avuto un po’ paura di utilizzare la soda caustica per le sue proprietà corrosive e per i fumi. Ma se la consigli come attività da fare con i bambini, magari con un po’ di accortezze, a questo punto è fattibile. Voglio provare per sbizzarrirmi con i profumi

    • trottoleinviaggio@gmail.com

      Si, si, giuste protezioni e stai sicura: guanti imprescindibili (anche due paia se sono particolarmente fini) e protezione occhi super importante. La mascherina per i fumi, se non ti danno fastidio, puoi evitarla!

  • MARTINA BRESSAN

    Con le ricette in cucina non sono molto brava, ma questo invece potrei provare a farlo.. se si viaggia con compagnie lowcost preferisco avere saponette solide così evito i problemi con i liquidi e il prossimo step sarà provare a farle da sola. Usare la soda caustica mi ha sempre fatto un po’ paura, però con le giuste protezioni.. si può fare anche lo shampoo?

    • trottoleinviaggio@gmail.com

      Ciao Martina, ti parla una che in cucina di solito è addetta ad apparecchiare la tavola, quindi vai tranquilla con le saponette. E’ più una questione di dosi giuste. Quanto all’uso della soda caustica, io ho svolto questa attività con bambine dai 4 ai 9 anni e con le giuste precauzioni non ti accade nulla! Mentre per lo shampoo, si, però io ancora non ho provato a farlo, ma il procedimento è lo stesso!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Share Buttons and Icons powered by Ultimatelysocial