tour settimana basilicata on the road
Basilicata,  Italia

Settimana in Basilicata on the road: storia, mare ed adrenalina!

La Basilicata è una delle regioni italiane che meno conoscevo ed è stata una piacevole scoperta. Forse un po’ come le nostre Marche, solo recentemente sta ottenendo la notorietà che merita. Ecco un tour di una settimana in Basilicata per chi sceglie di viaggiare on the road tra cultura, storia, mare ed adrenalina ad alta quota! 

1°- 2° Giorno: Matera

Un tour della Basilicata on the road non poteva che iniziare da Matera. Conosciuta da tutti per i suoi “sassi” non è altrettanto risaputa la sua storia ed origine. Proprio per questo, a mio avviso, è necessario seguire una visita guidata per comprenderla. In alternativa almeno visitare la Casa Noha del FAI. Da non perdere la visita alle chiese rupestri ed ad una delle case grotta. Infine vi consiglio di godervi il tramonto e la vista sulla città dal Parco della Murgia Materana, magari attraversando il ponte tibetano. Che dire, un bel cambiamento passare da “vergogna nazionale” ad essere una delle città italiane più visitate, Patrimonio Mondiale UNESCO e Capitale Europea della Cultura 2019.

3° Giorno: Metaponto

Metaponto sarà una giornata tra mare ed archeologia. E’ una delle mete balneari lucane più frequentate della parte ionica. Dopo una mattinata in spiaggia si può ammirare il Museo Archeologico Nazionale di Metaponto e le vicine Tavole Palatine. Proprio questa città della Magna Grecia fu teatro di epiche battaglie come quella di Pirro e di Annibale ed è famosa per aver ospitato Pitagora e la sua scuola

4°Giorno: Craco, Aliano e i Calanchi

La settimana in Basilicata on the road si sposta verso l’interno. I Calanchi sono un panorama davvero particolare da ammirare. In parte mi hanno ricordato lo scenario attorno a Civita di Bagnoregio. Molto carino il Parco Letterario Carlo Levi per scoprire l’Aliano degli anni Trenta attraverso gli occhi, o meglio le parole, dello scrittore.

Per la strada abbiamo scoperto un po’ per caso Alianello Vecchio. I borghi fantasma hanno sempre un sacco di fascino per me e non mi sono potuta non fermare a visitarlo, con la giusta accortezza ed attenzione essendo in abbandono da decenni. Se si parla di ghost town da queste parti non si può non pensare a Craco. Un borgo, abbandonato a seguito di una frana negli anni Sessanta, che sta riprendendo vita grazie alle visite guidate del Cracomuseum. Purtroppo a causa di un vile incendio doloso, probabilmente provocato dalla criminalità, pochi giorni prima della nostra visita ha reso momentaneamente inaccessibile il borgo e la sua visita in sicurezza, ma la sola vista di Craco al tramonto ci ha colpiti così tanto che sicuramente torneremo a visitarlo. 

5°Giorno: Maratea 

Conosciuta a buon titolo come “la Perla del Tirreno” merita almeno una giornata per le sue bellissime spiagge e i suoi panorami mozzafiato. In particolare Cala Jannita, la perla nera di Maratea vi conquisterà senz’altro. Una delle poche spiagge nere d’Italia per via della sua origine vulcanica. Spiaggia libera e lidi attrezzati ai quali si arriva, tramite un breve sentiero in discesa, dal parcheggio a pagamento soprastante. Godetevi il blu intenso che l’acqua del mare acquisisce con questo fondale così scuro! Il pomeriggio vi potete spostare verso Acquafredda e le sue spiagge. Se vi piacciono le baie isolate non perdetevi la spiaggia della Grotta. “Isolata” anche perché accessibile solamente via mare o tramite 200 gradini che scendono la scogliera! 

Prima di lasciare Maratea un tappa al Cristo Redentore è quasi d’obbligo, anche se non vi nego che l’ho trovato eccessivamente turistico e con parcheggi a prezzi esagerati.

6°Giorno:  Ponte della Luna e Volo dell’Angelo 

Una giornata all’insegna dell’adrenalina e della montagna. Per chi non ha paura dell’altezza da provare il Ponte della Luna a Sasso di Castalda. Due ponti tibetani sospesi nel vuoto che già a guardarli levano il respiro. Stesso effetto, d’altronde, lo provoca il Volo dell’Angelo tra i borghi delle Dolomiti Lucane di Castelmezzano e Pietrapertosa.

Avete mai visitato un borgo arrivandoci in volo? Ecco, se siete curiosi di provarlo, il Volo dell’Angelo fa proprio al caso vostro! Sasso di Castalda e questi due borghi si trovano ad un’ora di macchina di distanza, con la giusta organizzazione si possono fare entrambe le esperienze nella stessa giornata. 

7°Giorno: Melfi, Venosa e Rionero in Vulture 

La Lucania è piena di borghi e piccole cittadine spesso con alle spalle una storia millenaria. Tra i tanti abbiamo scelto di visitare, prima di concludere la nostra settimana on the road, alcuni della zona più settentrionale della Basilicata. Nello specifico abbiamo scelto di visitare Venosa per il suo parco archeologico romano e la sua famosa Incompiuta. Proprio qua vedrete con i vostri occhi una fase di un cantiere mai concluso. Nei secoli scorsi infatti quando si costruiva una nuova chiesa si demoliva la precedente solamente quando la nuova fosse completa. Qua abbiamo così una “chiesa nella chiesa”. A Melfi una sosta per il famoso castello di Federico II e a Rionero in Vulture per ammirare i suoi laghi di Monticchio

La Basilicata è ricca di storia e cultura, ma anche di mare e montagna. C’è un po’ per tutti i gusti e sta ad ognuno scegliere l’itinerario più adatto. Noi abbiamo scelto di visitarlo on the road spostandoci da un luogo all’altro per cercar di scoprire al meglio il territorio lucano, passando da una giornata in riva al mare ad un tramonto a Matera, magari con in mezzo un pizzico di adrenalina e brivido che non guasta mai!

6 commenti

  • Valentina

    Non sono mai stata in Basilicata, ma da tempo sogno di visitare Matera. Che bella che deve essere la città dei sassi. Non credevo, poi, che questa regione avesse così tanto da offrire, infatti luoghi come Craco, Melfi o Metaponto ammetto che non li avevo mai sentiti. Ho preso nota di questo tuo itinerario on the road… casomai l’anno prossimo riuscirò a farlo.

    • trottoleinviaggio@gmail.com

      Neanche noi prima di informarci sulla Basilicata non conoscevamo molti di questi luoghi, Craco in particolare davvero suggestivo!

  • valeria polverino

    Bellissimo itinerario! Ho avuto la fortuna di visitare Aliano qualche anno fa in occasione del Carnevale (famoso per le maschere cornute) e mi sono innamorata dei Calanchi! Il paesaggio ricorda molto il deserto americano 😉

  • alice delle meraviglie

    Matera sta trainando la Basilicata alla ricoquista del mondo.
    Noi ci siamo stati lo scorso anno, abitavamo a Maratea e ci siamo fatti tutte le spiagge della costa tirrenica. Siamo poi andati a Matera e attraversando la regione abbiamo goduto dei sui panorami così diversi, abbiamo un sacco di idee per un prossimo giro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Share Buttons and Icons powered by Ultimatelysocial